Menu

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 181

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/libraries/cms/application/site.php on line 272
Giovanni Giardino

Giovanni Giardino

URL del sito web:

Relazione viaggio in Har Hevron delegazione EDIPI

Israele, 29 aprile 2018.

Per la prima volta nella storia in Israele, nella Regione di Har Hevron, in Giudea, si è svolta la manifestazione chiamata: "Figli di Abrahamo", con Cristiani di differenti denominazioni, provenienti da diverse parti del mondo.

Perché l’incontro “Figli di Abrahamo”?

Perché Abrahamo è prima dell’Ebraismo, che nasce con Giacobbe ed i suoi 12 figli..

{Gen 12:3 Benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà, e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra». Gen 28:14 La tua discendenza sarà come la polvere della terra e tu ti estenderai a occidente e a oriente, a settentrione e a meridione, e tutte le famiglie della terra saranno benedette in te e nella tua discendenza.}

Come si può spiegare a chi non c'era il momento straordinario, intenso e unico che abbiamo vissuto nel sito su di una collina di Har Hevron?

Qui Padre Abrahamo intercedette per la prima volta nella Bibbia, per il genere umano, in un straordinario dialogo faccia a faccia con Dio. Per le città di Sodoma e Gomorra, storia narrata in Genesi al capitolo 18.

Siamo stati testimoni di un miracolo di diplomazia, che è stato reso possibile dalla presenza di Dio nei cuori degli organizzatori e dei partecipanti. Ebrei e Cristiani si sono dati appuntamento per stare insieme, in concomitanza con l'anniversario della nascita dello STATO di ISRAELE  che quest'anno festeggiava i 70 anni di vita, (1948-2018), per il primo di una serie di eventi commemorativi e profetici, che si terranno ogni anno.

Fino a quando non si vedranno realizzate le profezie citate in Amos 9:14-15 e Geremia 30:1-4

Siamo stati testimoni di un tempo di accelerazione, in cui solo chi è ostinato e autosufficiente, non riesce a vedere la predisposizione a compiersi di tante profezie bibliche, come quelle sopra citate, nei tempi avvenire.

L'evento Figli di Abrahamo è stato varato con successo!!!! Con gruppi numericamente consistenti provenienti da 13 nazioni differenti, che rappresentavano:

Italia ?? (Isole comprese)

Francia

Sud Africa

Paraguay

Malta

Brasile

Argentina

Perù

Svizzera

Nepal

Nigeria

Costa D’avorio

Ghana

Tra questi, circa 500 partecipanti, erano presenti apostoli, profeti e pastori di fama internazionale. Tutti uniti per sostenere lo sviluppo della terra che ha visto ungere Davide come Re di Israele, dove ha vissuto per 7 anni prima di trasferirsi a Gerusalemme, dove ci sono inoltre le Tombe dei Patriarchi, oltre sono stati vissuti più di un terzo degli episodi più importanti narrati nella Bibbia.

È stato visitato il sito archeologico di Susya, dove alcuni Ebrei, dopo la distruzione del Tempio, il 70 d.C., si sono trasferiti, ed hanno continuato il culto a YHWH, fingendosi gente del posto, costruendo addirittura una Sinagoga.

Abbiamo visitato la cava di Macpela narrata in Genesi 23, dove Abrahamo una volta comprata, per 400 sicli di Argento, ha sepolto il corpo di sua moglie Sara, successivamente anche lui, Isacco e Rebecca, Giacobbe e Lea, sono stati sepolti, nella stessa tomba, proprietà comprata da Abrahamo che ne attesta la veridicità storica.

Il governatore della Giudea, Mr. Yochai Damari, ha detto a tutti i presenti:  Credo che l’Ambasciata di Har Hevron, organizzatrice dell'evento, siano stati i veri coraggiosi, affrontando innumerevoli difficoltà ed opposizioni. Un grazie particolare per l'organizzazione delle visite ai siti, per essersi presa cura di tutta la logistica e per il pranzo fatto tutti insieme in Har Hevron!

Un grazie ai ragazzi dell'Esercito Israeliano che hanno vegliato su di noi per tutta la durata dell'evento, con l’ausilio anche di un Elicottero, facendoci sentire coccolati e protetti.

Lì tutte quelle persone che hanno adorato e pregato tutte insieme di pari consentimento, hanno detto "SI" alla chiamata di Dio per questo evento straordinario ed altamente profetico.

Ci siamo dati appuntamento per il 23/6/2019 per il secondo evento "Figli di Abrahamo" dove si prevede la presenza di 2.000 persone.

Prima Oktober Bible Fest.

Si è svolta a Venezia, sabato 3 ottobre la "Prima Oktober Bible Fest". Così alcuni dei partecipanti hanno voluto definire l'iniziativa della regista, fotografa nonchè danzatrice russa Lidia Gaidouk, da diversi anni in Italia a suo tempo fondatrice e presidente della missione di lode e adorazione registrata col nome di "Missione Celebrazione". L'originale scenografia si è tutta sviluppata nel naturale paesaggio della laguna veneta attraversata da un battello addobbato per il caso.

La preziosa coincidenza centrava lo Shabbat di Sukkot, cioè il sabato della FESTA DELLE CAPANNE, che ha ovviamente ha condizionato la scelta dei canti e di lode su un repertorio ebraico. E' sta anche l'ideale vigilia di preparazione alla "Giornata Mondiale della Preghiera per la Pace di Gerusalemme" La musica era condotta magistralmente da Nico Battaglia e il suo complessso coadivato nel canto da Evan Schoombie, recentemente scopertosi di origine ebraica, mentre le danze erano interpretate dalla ebrea messianica Vera Chierico all'aperto sul terrazzo del battello. Particolarmente toccante è stato il momento in cui Andie Basana ha cantato l'Hatikva, l'inno nazionale dello Stato di Israele.

La gita favorita da una splendida giornata di sole è continuata con un agape fraterna nella sala interna del battello. Numerosi i partecipanti convenuti anche dalla Liguria, Piemonte e Lombardia. Particolarmente numeroso il gruppo EDIPI con circa una decina di rappresentanti.

La gioiosa giornata si è conclusa con una visita al ghetto di Venezia in cui abbiamo pasteggiato sotto le sukkot preparate dalla comunità ebraica di Venezia. Con il rabbino Rami della chabad lubavitch abbiamo potuto conversare e presentarci, ci ha detto che rientriamo nello spirito di Elia in quanto operiamo per promuovere il ritorno (per lui la venuta) del Messia.

Resoconto - Bologna: Conferenza Torah

Si e' svolta a Bologna il 18/04/2015 la conferenza dal titolo : "Il Vangelo secondo Mose': Etica e Teologia in Deuterenomio"

Il prof. Daniel I. Block ha splendidamente presentato il libro di Deuterenomio dal punto di vista della Grazia e della Salvezza. La Torah ( i cinque libri di Mose') alla luce del Nuovo Testamento e' spesso erroneamente considerata una "scrittura della legge obsoleta", quando in realta' si tratta di una scrittura attuale e viva con molto da dare. Infatti studiare il libro di Deuteronomio vuol dire scoprire che ha un messaggio di Grazia e Salvezza rivolto al popolo di Isreaele: "finalmente Dio ha parlato in modo chiaro e dettagliato, mostrando la via da seguire", questa e' "una buona notizia" per Israele, da cui il titolo non fuori luogo di " Vangelo secondo Mose".

Scoprire che la teologia spesso rischia di mettere Abramo contro Mose' dovrebbe farci pensare... E' vero che la legge e' stata data ad Israele per condannarlo?

Facciamo una domanda: Mose' cosa pensi della legge?

La Torah e' normativa e canonica per definizione. (Deut 4:1-2) La conoscenza della volonta' di Dio e' privilegio supremo del popolo del Patto di Dio. (Deut 4:1-8) Israele come sei privilegiato con un Dio che ti parla! Che tesoro e' la Torah! Tu conosci la volonta' di Dio! L'ubbidienza alla Torah e' la chiave per la vita.(Deut. 4: 3-4) La conoscenza della Torah e' il privilegio piu' alto che si possa immaginare (Deut 4:5-8)

"Il punto della Legge e' essere felici, la nostra sopravvivenza... mantenere la vita, non condannare! Il giudizio non puo' essere l'ultima parola, Dio portera' indietro il suo popolo, e' il Suo Patto Eterno. Questa e' la grazia del patto, la grazia della Legge"

Ora faccio una domanda a te che leggi: lo vedi Gesu'?

Appuntamento della Chiesa Mondiale di Cristo a Gerusalemme

Si è svolto anche quest'anno l'ormai consolidato appuntamento della chiesa mondiale di Cristo a Gerusalemme, grazie all'organizzazione di Tom Hess e al suo staff (26^ edizione)

 

Il clima e' stato straordinario gia' all'aeroporto al momento dell'arrivo a Tel Aviv: un gruppo di fratelli e sorelle del continente africano, con addosso le magliette con il logo dell'evento ci hanno accolto...eravamo gia' entrati nel raduno internazionale...

 

L'aria che abbiamo respirato e' quella che ogni cristiano sano di mente vorrebbe respirare nella propria chiesa locale...amore, accoglienza, onore dato e ricevuto da chi e' come te pertanto - ama e vive per il dio vivente - ....e' tuo fratello/sorella anche se e' pastore, profeta o apostolo che dirsi voglia...

 

Che dirvi...e' stato un acconto del "cielo"...una dimensione di gioia, adorazione e pace... per tutti quanti i giorni!!!!

Per capire dovreste partecipare all'adorazione degli africani...!!!!!

 

Ho conosciuto 3 persone cinesi che, avendo visto la scritta "Italy" sul mio cartellino identificativo, mi hanno abbracciato dalla gioia... "sono tre anni che Dio ha messo nella nostra chiesa il desiderio di pregare per l'Italia..."

Vi basta per capire cos'e' questo evento???

 

Vi abbraccio e per quanto mi riguarda..." l'anno prossimo...a

Gerusalemme"...24/09/2014...

 

Shalom!

 

Giovanni G.

 

{phocagallery view=category|categoryid=45|limitstart=0|limitcount=0}

Sottoscrivi questo feed RSS